Cerca

Il restauro della Chiesa Sant' Apollinare

Crosio della Valle (VA) – Italia

Adotta un Affresco – Maggio 2017

I lavori di pulitura degli affreschi continuano senza sosta. Ogni porzione riserva emozionanti sorprese.
Prende ora il via la campagna “Adotta un Affresco” dove ciascuno può adottare un affresco o una porzione. Tra qualche settimana verrà programmata una serata di presentazione delle scoperte fatte fino ad ora e verranno mostrate le foto dei capolavori che fino ad ora erano nascosti.
La presentazione verrà tenuta dalla restauratrice Rossella Bernasconi che guida il team del restauro.

A presto!

 

 

Inizia il Restauro degli Affreschi

IMG_8087

1’Marzo 2017

Grazie agli importanti e continui contributi, inizia una nuova fase del restauro della Chiesa di S.Apollinare.

Da qualche giorno sono stati posizionati i ponteggi, restauratrici e restauratori stanno ora lavorando agli affreschi del presbiterio e della parete sud.

Per qualche mese le funzioni religiose saranno sospese ma sarà possibile accedere all’area di ingresso per osservare a distanza i progressi giornalieri.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Battistero restaurato

Sabato 12 e Domenica 13 Novembre 2016, Crosio della Valle ha vissuto un intenso e significativo momento del suo cammino parrocchiale. Con tutto il Decanato di Azzate, rappresentato anche dal Decano don Angelo Cavalleri, la parrocchia ha voluto chiudere l’anno giubilare straordinario della Misericordia e benedire il nuovo Battistero nell’antica chiesetta parrocchiale di S. Apollinare, da anni oggetto di paziente ma costante restauro.

battistero-s-apollinare-2016-concerto-12-nov-e-benedizione-13-008Anzitutto sabato sera 12 novembre l’appuntamento nella chiesa nuova di Cristo Risorto per un concerto-meditazione eseguito dal Coro S. Maria del Monte, diretto dal maestro Gabriele Conti. Sono stati eseguiti canti polifonici dall’età barocca a quella contemporanea, intercalati da brani di meditazione tratti dalla Bolla Pontificia sul Giubileo della Misericordia indetto un anno prima da Papa Francesco.

Al termine del concerto, molti dei presenti si sono recati alla chiesa di S. Apollinare e sotto la guida dell’arch. Armando Monfè, direttore dei lavori, e della restauratrice Rossella Bernasconi hanno potuto vedere e apprezzare il nuovo fonte battesimale in pietra della Valdossola, opera della ditta Barbiero di Gazzada.

Domenica 13 novembre, in una bella giornata di sole, si è celebrata la S. Messa solenne e quindi in semplice corteo don Renato con i ministranti e i fedeli, tra cui l’arch. Capponi responsabile dell’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Milano, il vice Sindaco Denis, ci si è recati alla chiesa di S. Apollinare per il rito della benedizione del nuovo fonte battesimale, che si è potuto realizzare grazie al contributo della Fondazione Comunitaria del Varesotto, dell’azienda TECNIPLAST, dei coniugi Cattaneo-Mascheroni e di tanti anonimi fedeli, sotto la regia e l’impegno generoso dei membri del Comitato Pro Chiesina.

Così si è aggiunto un nuovo tassello all’opera di recupero e restauro complessivo dell’ antica chiesa di S. Apollinare, concludendo anche in solenne semplicità il Giubileo della Misericordia.

Il nuovo Battistero rimarrà segno visibile e duraturo di questo Anno giubilare straordinario, nella speranza che il fonte battesimale veda nuovi battesimi di bambini, speranza per il futuro della parrocchia e del paese di Crosio.

don Renato Zangirolami

 

 

 

Logo Fondazione Comunitaria del Varesotto onlus

I futuri restauri

Il 12 Settembre si è tenuta una presentazione dei lavori effettuati al Battistro e la presentazione di un piano per i possibili lavori futuri.

Alla presenza dei parrocchiani, di don Renato, del Sindaco Andrea Della Rosa e dei rappresentanti di alcune imprese locali, L’architetto Armando Monfè e la restauratrice Rossella Bernasconi hanno illustrato i possibili futuri lavori di restauro all’aula della Chiesa di S. Apollinare.

I lavori sono stati presentati in modo da poter essere suddivisi in piccoli progetti facilmente finanziabili così da poter essere adottati dalle imprese e anche da singoli parrocchiani.

Con queste suddivisioni si può scegliere un opera da finanziare totalmente o in parte così da poter dare un riscontro personalizzato del contributo al restauro.
Contributi che è sempre utile ricordare, possono usufruire di benefici fiscali. Detrazione in caso di liberalità da persone fisiche e deduzione dal reddito di impresa per le aziende.

Le proposte hanno visto grande vivacità nelle reazioni, tanto da poter pensare a un inizio delle attività con un intenso calendario di attività di restauro.

I lavori da effettuare sono tanti e le risorse economiche necessarie sono rilevanti, solo con il costante impegno di tutti si potrà procedere per un rapido completamento.

Il materiale che illustra le possibili frammentazioni è qui riportato.

Frazionamento dei lavori agli affreschi interni – Sett 2016-rev1705

Luglio 2016 – si avviano i lavori per il Battistero

Grazie al prezioso contributo di 7000 Euro da parte della Fondazione Comunitaria del Varesotto e di una importante somma da parte di un parrocchiano, presto si avvieranno i lavori di sistemazione del battistero.

 

Logo Fondazione Comunitaria del Varesotto onlus

Luglio 2015 – Presentazione del dipinto del Sacro Cuore

Don Renato Zangirolami, sacerdote residente e continuo sostenitore per il restauro della chiesa di S. Apollinare, in parallelo alle attività di restauro della chiesina riesce a raccogliere contributi per il restauro del dipinto raffigurante il Sacro Cuore.
Il 17 Luglio si è tenuta in Chiesina una serata di aggiornamento sulle attività di restauro passate e future. Nella stessa serata la restauratrice Rossella Bernasconi presenta il lavoro di restauro del dipinto del Sacro Cuore.

Sacro Cuore - Luglio 2015 - inaugurazione

Primavera 2015 – I gradini di ingresso

Il restauro della facciata non comprendeva la sistemazione dei gradini di ingresso che sono rimasti ancora per qualche mese in condizioni precarie. Essendo la chiesa utilizzabile  per le celebrazioni non che per le adorazioni personali, diventa importante mettere in sicurezza i gradini di ingresso. Per rendere piu’ gradevole l’accesso ai lati vengono poste lastre in pietra.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dicembre 2014 – Le panche rinnovate

 

Dopo il consolidamento strutturale la Chiesa di S. Apollinare diventa utilizzabile. Nel corso del tempo però gli arredi si sono degradati a causa delle infiltrazioni e normale usura. In particolare le panche presentavano profondi danni. Dall’inizio dei lavori erano inutilizzabili e conservate in un locale della Parrocchia, avvicinandosi il Natale 2014 un anonimo benefattore offre il suo contributo per rinnovare le panche cosi’ da renderle nuovamente utilizzabili.
Sono qui presentate alcune fotografie che mostrano la qualità del lavoro effettuato.

DSC_1951DSC_1941

Ottobre 2014 – I lavori per lo scannafosso

La parete sud della chiesa di S. Apollinare si trovava ad essere appoggiata alla terra fino a circa 150cm. Questo causava la forte presenza di umidità sulla parete interna, umidità che per capillarità saliva fino ad intaccare gli affreschi piu’ antichi.

Dopo le opportune considerazioni e acquisite l’autorizzazione della soprintendenza, il 28 Ottobre 2014 iniziano i lavori per la realizzazione dello scavo.

Dopo pochi cm di terra asportata alla presenza dell’archeologo, compaiono i resti di alcune tombe. Questa presenza comporta lo stop ai lavori meccanizzati e conseguite le nuove autorizzazioni l’archeologo prosegue manualmente lo scavo portando alla luce le tombe. I resti vengono analizzati e trattandosi di normali sepolture tardo medievali, i lavori possono continuare verso la realizzazione dello scannafosso.

I resti umani sono ora conservati presso l’Università.

foto 3tombe chiesetta 0022 - tombe (16)2 - tombe (22)4 - Sottomurazione (15)Chiesina Luglio 2015 (8)

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑